i 70 visioni e condivisioni

  • Sumo

Il teatro è sempre stato in cerca dello spettatore, della sua presenza: ha provato a stupirlo,  a sedurlo, a provocarlo, a soggiogarlo, a renderlo partecipe, persino a ignorarlo. Raramente però gli è stata data voce pubblicamente, in modo che diventasse iStampal vero protagonista dell’evento spettacolare.
In un festival come I Teatri del Sacro lo spettatore diventa invece l’interlocutore privilegiato con il laboratorio i 70 visioni e condivisioni.

cos’è
– è uno spazio di discussione, riflessione e scambio  offerto a spettatori che vorranno vedere gli spettacoli programmati a Lucca dal 10 al 16 giugno 2013
– è un’opportunità per coloro che già in ricerca  intorno al Teatro o al Sacro o a entrambi, accettano l’avventura di condividere questa ricerca al fuoco di una esperienza di visione comune
– è un’occasione per verificare se e come il Teatro può essere ancora, a certe condizioni, la forma d’arte che più d’ogni altra mette una comunità dinanzi alle sue questioni essenziali; se e come il Sacro può abitare la scena contemporanea
– è un laboratorio, un luogo aperto al contributo di tutti i partecipanti dove non sono previsti professori che insegnano, ma animatori di conoscenza; una palestra dove esercitarsi, non una scuola che rilasci attestati.

com’è strutturato
– il laboratorio si struttura sessioni mattutine presso Casa Bartoletti di Arliano (alle porte di Lucca), durante i quali – sulla base di materiali appositamente predisposti – il gruppo si confronta sugli spettacoli visti il giorno prima e si prepara alla visione di quelli del giorno stesso
– il laboratorio è coordinato da Giorgio Testa (de La casa dello Spettatore) e da Gabriele Allevi
– la formula residenziale, pensata per i primi 20 iscritti, permette di vivere un’esperienza di condivisione dei tempi e degli spazi, dato che i partecipanti saranno ospiti della Villa del Seminario di Arliano, sede del laboratorio. Qui i partecipanti avranno anche prima colazione e pranzo.

Ulteriori informazioni su www.federgat.it nella sezione dedicata alla formazione del pubblico.