ed. 2011 – la circuitazione

  • Sumo

Nella sua evoluzione progettuale I Teatri del Sacro non si conclude con il Festival di Lucca: si cerca, infatti, grazie alla collaborazione con l’Acec, di promuovere la circuitazione degli spettacoli valorizzando in particolare il patrimonio dei piccoli teatri e delle Sale della Comunità.

È accaduto, quindi, che sia gli spettacoli della prima che della seconda edizione, abbiano replicato presso sale, teatri e festival di tutta Italia.

In larga parte seguendo la propria vita fisiologica e le “dinamiche del mercato”, in parte sostenuti da un bando dell’Acec per le Sale della Comunità interessate a ospitare gli spettacoli de I Teatri del Sacro, e ancora – in qualche caso – con un’operazione che ha visto la fortunata collaborazione di istituzioni diverse (come per la rassegna di primavera Roma Milano 2012), gli spettacoli che debuttano al festival registrano un interessante numero di repliche sull’intero territorio nazionale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.