“In nome della madre” a Roma nei teatri di cintura

si replica domenica 18 novembre alle ore 17.00 al
Teatro Tor Bella Monaca
e domenica 25 novembre alle ore 17.00 al
Teatro Biblioteca Quarticciolo

lo spettacolo
IN NOME DELLA MADRE
di Erri De Luca
con Patrizia Punzo
scene e regia Danilo Nigrelli

ingresso 5, 00 euro
è possibile prenotare al numero 062010579

Lo spettacolo ha debuttato a Lucca nell’ambito della prima edizione dei Teatri del Sacro.

“In nome della madre” è la storia di Maria, in ebraico Miriàm, la madre di Gesù. Non è la storia della sua vita ma “solamente” dei nove mesi che vanno dal concepimento alla nascita del figlio. E’ una vicenda che conosciamo bene, o almeno crediamo di conoscere, che ci è stata narrata quando eravamo piccoli dai nostri genitori o al catechismo, per chi lo ha frequentato. E’ uno dei momenti fondanti dell’intera religione cristiana.
L’angelo, i pastori, la stella cometa, il bue e l’asinello sono parte del nostro immaginario, credenti e non, ma la particolarità di “In nome della madre” è che il racconto è affidato a Maria stessa, con la sua età e le sue parole, con le sue ansie e le sue certezze. Erri De Luca è un profondo conoscitore dell’ebraico antico e delle Sacre Scritture, ma è anche un ateo dichiarato. Ebbene ciò che più colpisce leggendo questa sua opera sono l’Amore e il Rispetto che egli ha verso questa ragazzina vissuta più di duemila anni fa, mostrandola per quello che è, una ragazzina appunto, che si trova a vivere improvvisamente una vicenda che avrebbe potuto schiacciare chiunque ma che con tenacia, semplicità e soprattutto con la Fede lei riesce a governare.

Patrizia Punzo non interpreta un personaggio, ma accompagna ogni singolo spettatore nell’incontro con questa ragazza “piena di grazia”, sottolineando l’attualità del messaggio e coinvolgendo il pubblico in prima persona.

Questa voce è stata pubblicata in Circuitazione, ed. 2009, News. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.