IO, MIA MOGLIE E IL MIRACOLO: Punta Corsara in scena dal 22 al 25 febbraio a Milano

Punta Corsara porta in scena un testo originale scritto da Gianni Vastarella al quale affida anche la regia. E quello con cui il pubblico deve confrontarsi è una sorta di noir sostenuto da una macchina comica che lavora su paradigmi diversi da quelli a cui la compagnia ci aveva abituato. Di Napoli rimane solo la cadenza, leggera ma indispensabile, per il resto potrebbe essere ambientato in qualsiasi metropoli. Tra paradossi, omaggi al cinema americano, battute che ritornano più volte, fin quasi allo sfinimento,  si snoda un tracciato drammaturgico che ruota attorno al caso assurdo e disturbante di una bambina scomparsa, ma che in realtà – così raccontano i genitori – partecipa a una sperimentazione didattica che la costringe a scuola, in un tempo prolungato infinito. Inoltre in città da un po’ di tempo si sente parlare di qualcuno che fa i miracoli, un uomo capace di riportare in vita le persone. Ma le discussioni lasciano cadere la razionalità nel vuoto, in quello spazio che divide i personaggi e che impedisce loro di toccarsi.

Spettacolo vincitore dell’edizione 2015 del Festival I TEATRI DEL SACRO

IO, MIA MOGLIE E IL MIRACOLO
Punta Corsara/ 369 gradi
scritto e diretto da Gianni Vastarella
produzione 369gradi con il sostegno di NUOVOIMAIE
con Giuseppina Cervizzi, Christian Giroso, Gabriele Guerra, Valeria Pollice, Emanuele Valenti, Gianni Vastarella
collaborazione artistica e organizzazione Marina Dammacco
regia Gianni Vastarella
produzione 369gradi
con il sostegno di NUOVOIMAIE

INFO E PRENOTAZIONI
da lunedì a venerdì dalle ore 9.30 alle 18.00
tel: +39 02 69 01 57 33
e-mail: fontana.teatro@elsinor.net
ORARIO SPETTACOLI
da martedì a sabato h. 20.30
domenica h. 16.00
lunedì RIPOSO

ESTRATTI DALLA RASSEGNA STAMPA

Anna Bandettini- La Repubblica
Interessante svolta teatrale dei napoletani di Punta Corsara, un thriller delirante su una bambina sparita, trattenuta, si dice, da giorni a scuola per il tempo prolungato. Si capisce che qualcosa non torna, neanche in quelle figure grottesche, la prostituta, l’investigatore, l’uomo del miracolo, il marito violento, non macchiette ma mostri, immagini deformate di un paesaggio umano in cui rispecchiarci.

Mario Bianchi – KLP
In “Io, mia moglie e il miracolo” Vastarella, mescolando sacro e profano, cinema di genere Ionesco con una spruzzata di Scimone e Sframeli, imbastisce una sorta di apologo surreale sulla famiglia di forte valenza espressiva, nel quale è coinvolta generosamente tutta la compagnia. Qui non ci troviamo però di fronte alla tipica famiglia napoletana che ci aspetteremmo di trovare in un lavoro di Punta Corsara: questo nucleo familiare vive in un tempo immaginario ma, nello stesso istante, assai posizionato nel presente.Ogni attore raffigura non solo un personaggio senza nome, ma anche una specie di maschera, che ha il suo ruolo nel teatro del mondo e nella società in cui viviamo, fatta di schemi, regole, ruoli e molti stereotipi; una sorta di noir sapiente, dove nell’assurdità dei caratteri e delle situazioni (perfino demenziali, arricchite come sono da formule ripetute all’infinito), tutto ha una sua perfetta logica, con uno sguardo – non certo consolatorio – sulla società in cui viviamo.

 

Pubblicato in Circuitazione, ed. 2015, News | Commenti disabilitati su IO, MIA MOGLIE E IL MIRACOLO: Punta Corsara in scena dal 22 al 25 febbraio a Milano

GIOBBE ad Ascoli Piceno per la Giornata della memoria

Lo spettacolo GIOBBE: STORIA DI UN UOMO SEMPLICE, è tra gli appuntamenti della Giornata della Memoria organizzata dall’Amministrazione comunale di Ascoli Piceno in collaborazione con l’associazione Il Portico di Padre Brown.

Da martedì 23 gennaio a domenica 28, la cittadina di Ascoli Piceno vedrà un susseguirsi di incontri, dibattiti, spettacoli per il 73° anniversario della liberazione del Campo di Concentramento di Auschwitz (27 gennaio 1945 – 27 gennaio 2018).

Lo spettacolo di Roberto Anglisani sarà in scena domenica 28 gennaio
21.00 Auditorium Carisap “Emidio Neroni” (Rua del Cassero). Ingresso gratuito

Tutte le informazioni degli eventi in programma a questo link.

Pubblicato in News | Commenti disabilitati su GIOBBE ad Ascoli Piceno per la Giornata della memoria

Giovanna Mori replica PREGO a Roma dal 26 al 28 gennaio

Pubblicato in Circuitazione, ed. 2013 | Commenti disabilitati su Giovanna Mori replica PREGO a Roma dal 26 al 28 gennaio

GIOBBE alla CASA DEL TEATRO RAGAZZI E GIOVANI di Torino

Arriva a Torino lo spettacolo GIOBBE – STORIA DI UN UOMO SEMPLICE, che sarà in scena alla Casa del Teatro Ragazzi e giovani  il 13 gennaio alle ore 21.00. In un avvincente monologo Roberto Anglisani ripercorre la vita di Mendel Singer, e della sua famiglia a cavallo della grande Storia del secolo breve.

La vita di Mendel Singer, moderno Giobbe del romanzo di Joseph Roth, di sua moglie e dei suoi quattro figli, viene raccontata da Roberto Anglisani, che dà voce a tutti i pensieri dei protagonisti. Alle paure, alle speranze e alla disperazione, alle preghiere e alle rivolte. Come dice Skowronnek, grande amico di Mendel Singer, «noi siamo dentro il disegno, e il disegno ci sfugge». Uno spettacolo di grande intensità, un racconto teatrale tragicomico proprio come la vita, dove si ride e si piange, si prega e si balla, si parte, si arriva e si ritorna, si muore in guerra e si rinasce. Senza giudizio, senza spiegazioni, ma attraverso lo sguardo mite e sereno di un narratore misterioso e onnisciente, ricco di compassione, il cui sorriso, lieve e dolcissimo accompagna e sostiene tutti i protagonisti di questa storia, lunga quanto una vita e forse un po’ di più.

 

Pubblicato in Circuitazione, ed. 2017, News | Commenti disabilitati su GIOBBE alla CASA DEL TEATRO RAGAZZI E GIOVANI di Torino

IMMACOLATA CONCEZIONE a Napoli 12-17 dicembre

Sicilia, 1940. Concetta, ragazza silenziosa e innocente, viene barattata dal padre caduto in disgrazia con una capra gravida e affidata a Donna Anna, tenutaria del bordello del paese.

Lei, estranea ai piaceri della carne e a qualunque “adulta” concezione della vita, non oppone nessuna resistenza. Del resto nessuno le ha mai spiegato cosa voglia dire fare l’amore, nonostante quella parola le piaccia già. Ben presto la fama della “nuova arrivata” raggiunge tutto il paese: ma nessuno sa di preciso quali piaceri regali agli uomini per farli impazzire così tanto.

Lo spettacolo racconta quale terremoto possa generare l’incontro tra spiritualità e carnalità sul piano della collettività in un microcosmo siciliano fatto di omertà violenza e presunzione, ma anche di quell’autenticità tipica della carnalità isolana e non a caso è ambientato negli anni ’40, spartiacque essenziale nella storia dell’umanità.

Con IMMACOLATA CONCEZIONE Vuccirìa Teatro – una delle compagnie più innovative del panorama nazionale, già vincitrice di numerosi premi e riconoscimenti nonché apprezzatissima anche all’estero – è stata tra i vincitori de I Teatri del Sacro 2017.

da martedì 12 dicembre a domenica 17 dicembre
al Piccolo Bellini di Napoli

Pubblicato in Circuitazione, ed. 2017 | Commenti disabilitati su IMMACOLATA CONCEZIONE a Napoli 12-17 dicembre

“Giobbe, storia di un uomo semplice”: due repliche in arrivo

In scena venerdì 17 novembre alle ore 21.00 al teatro Testori di Novate Milanese, lo spettacolo di Roberto Anglisani, “Giobbe, storia di un uomo semplice” con testo di Francesco Niccolini, tratto dall’omonimo libro di J. Roth (ingresso gratuito) e venerdì 15 dicembre alle ore 21 al Teatro Ferrari di Camposampiero (Pd), all’interno di un evento realizzato in collaborazione con la Casa di Spiritualità dei Santuari Antoniani.

foto di Silvia Varrani

Pubblicato in Circuitazione, ed. 2017, News | Commenti disabilitati su “Giobbe, storia di un uomo semplice”: due repliche in arrivo

“Non un’opera buona” per Galassia Luther (Roma, 19 ottobre)

Il Goethe Institut organizza una serata di filosofia, jazz e teatro per i 500 anni della Riforma. Giovedì 19 ottobre 2017 presso la Sala Accademica del Conservatorio di Santa Cecilia (via dei Greci 18), si succederanno, la Lectio magistralis del Prof. Giacomo Marramao sull’eredità della Riforma e il destino dell’Europa (ore 18.30), SILENZI LUTERANI (ore 20.00), composizione jazz originale di Paolo Damiani con testi di Pier Paolo Pasolini e Martin Lutero, e – alle ore 21.00 – lo spettacolo teatrale NON UN’OPERA BUONA (vincitore I Teatri del Sacro 2017), sulla figura di Martin Lutero, uomo che fu insieme “sia santo che diavolo, un devoto e un peccatore, un eretico e un saggio, tanto un frate dai saldi principi quanto un uomo incapace di controllarsi”.

Scarica il programma completo di GALASSIA LUTHER

Per ulteriori informazioni: tel. +39 06 8440051 – info@rom.goethe.org – www.goethe.de/roma

 

Pubblicato in Circuitazione, ed. 2017, News | Commenti disabilitati su “Non un’opera buona” per Galassia Luther (Roma, 19 ottobre)

IL PARADISO PERDUTO a Russi il 13 ottobre

Del 1667, il poema epico di John Milton Il paradiso perduto racconta l’episodio biblico della tentazione di Adamo ed Eva a opera di Satana, la loro cacciata dal giardino dell’Eden e la caduta dell’uomo.

Oggi Elena Bucci e Marco Sgrosso de Le Belle Bandiere portano in scena al Teatro Comunale di Russi il 13 ottobre (20.45) uno spettacolo fatto di parole e musica in grado di traghettare il pubblico in un luogo dell’anima in cui è ancora possibile coltivare l’utopia di un futuro migliore, di un paradiso ritrovato.

Vincitore dell’edizione 2017 del premio I Teatri Del Sacro – Federgat, Il paradiso perduto, il paradiso ritrovato inaugura il cartellone 2017-2018 del Comunale di Russi, che apre al pubblico con uno spettacolo della stagione musicale.

Per informazioni relative a spettacoli, abbonamenti e servizi di biglietteria:

Teatro Comunale di Russi – Via Cavour, 10
Tel. 0544/587690 |e-mail: teatrocomunalerussi@ater.emr.it – www. comune.russi.ra.it
Tutti i giorni feriali dalle 10:00 alle 12:00“

 

 

Pubblicato in Circuitazione, ed. 2017 | Commenti disabilitati su IL PARADISO PERDUTO a Russi il 13 ottobre

I Teatri del Sacro a Le vie dei Festival


Pubblicato in Circuitazione, ed. 2017, News | Commenti disabilitati su I Teatri del Sacro a Le vie dei Festival

Proclamati i vincitori del festival I Teatri del Sacro 2017

Quattordici spettacoli in prima nazionale assoluta e un progetto speciale animeranno le vie, i teatri, le chiese di Ascoli Piceno dal 5 all’11 giugno per la quinta edizione del Festival I TEATRI DEL SACRO.

Tra i vincitori: Le Belle Bandiere di Elena Bucci e Marco Sgrosso con un lavoro sul Paradiso Perduto di Milton, la compagnia di danza Abbondanza/Bertoni con un’affascinante coreografia ispirata alla figura dell’Arcangelo Gabriele, Maurizio Donadoni alle prese col Secretum di Petrarca, le giovani compagnie Maniaci d’Amore e Vuccirìa Teatro in scena con due sorprendenti drammaturgie originali e Giovanni Scifoni, in un divertente monologo sull’amore e il sesso.

A completare l’elenco delle compagnie in scena a giugno: I primi cinquant’anni di Walter Leonardi, il rito dell’ “affruntata” raccontato da Laura Magni, Roberto Anglisani con un testo su Giobbe a firma di Francesco Niccolini, la “fidelity card” miracolosa di Nella Tirante, la musica del Piccolo canto di resurrezione di Musicali si cresce, L’Angelo caduto tra i burattini di Erbamatta, il Martin Lutero della compagnia Il ServoMuto e la danza leggera e poetica di Twain con Little Something.

Premiato come progetto speciale La festa d’ognissanti della compagnia Malalingua: uno spettacolo itinerante che con ironia condurrà gli spettatori in un viaggio nei secoli tra santi, martiri e miracoli.

Appuntamento ad Ascoli Piceno dal 5 all’11 giugno 2017 con I Teatri del Sacro, un’iniziativa di Federgat in collaborazione con ACEC, Fondazione Comunicazione e Cultura, Ufficio nazionale per le Comunicazioni Sociali della CEI, con il sostegno del Mibact.

 SPETTACOLI VINCITORI DE I TEATRI DEL SACRO 2017  

 Fidelity Card (cosa sono le nuvole)
Il paradiso perduto e ritrovato (Le Belle Bandiere)
Il desiderio segreto dei fossili (Maniaci d’Amore)
Piccolo canto di resurrezione (A.C. Musicali si cresce)
Giobbe (Teatro d’Aosta)
L’angelo (Erbamatta)
Secretum (Mimo Danza Alternativa)
Cosa buona (Engage)
Immacolata concezione (Vuccirìa Teatro)
I miei primi cinquant’anni (Buster)
Happy Mary (Negrimusic)
Non un’opera buona (Il ServoMuto)
Little Something (Twain)
Gabriel (Abbondanza/Bertoni)

Progetto speciale:   La festa d’ognissanti (Malalingua)


Pubblicato in News | Commenti disabilitati su Proclamati i vincitori del festival I Teatri del Sacro 2017