Ecco chi passa la prima selezione per I Teatri del Sacro 5

newsDopo quasi due mesi di intenso lavoro, la Commissione Esaminatrice – composta da Ernesto Diaco (Ufficio nazionale per l’educazione, la scuola e l’università della CEI), Giorgio Testa (La Casa dello Spettatore), Fabrizio Fiaschini (Università di Pavia e direttore artistico dei Teatri del Sacro), Gabriele Allevi (festival DeSidera e Museo Diocesano di Milano), Francesco Giraldo (ACEC) e Claudio Bernardi (Università Cattolica di Brescia e festival Crucifixus di Brescia) – ha concluso la prima selezione basata sulla presentazione dei progetti “in cartaceo”, individuando quelli che passano alla seconda fase della selezione “dal vivo”.

Scegliere tra le molte proposte presentate non è stato facile, tanto più data la qualità diffusa di molti progetti, ma alla fine la rosa è stata ristretta a 78 titoli di compagnie provenienti da tutta Italia.

Qui l’elenco dei progetti di cui saranno presentati 20 minuti a Roma (presso il Teatro India) e a Milano (a Campo Teatrale) rispettivamente nei mesi di gennaio e febbraio del 2017.

Per aggiornamenti, …stay tuned!

Pubblicato in News | Commenti disabilitati su Ecco chi passa la prima selezione per I Teatri del Sacro 5

La Commissione si mette all’opera per la V edizione

267 le domande di partecipazione arrivate alla quinta edizione del bando di concorso. Ora la Commissione inizia il suo (gravoso) lavoro.

I primi risultati sono attesi per dicembre 2016, quando le compagnie che passano alla seconda fase di selezione riceveranno un’email con le istruzioni di convocazione.

Buon lavoro e… buona attesa!

I tempi delle selezioni, solitamente

Pubblicato in News | Commenti disabilitati su La Commissione si mette all’opera per la V edizione

L’1 e il 2 settembre I TEATRI DEL SACRO arrivano a Bari

Giovedi’ 1 e venerdì 2 settembre, Il Piccolo Cinema con Acec e Federgat porteranno a Bari due delle opere vincitrici della quarta edizione de I Teatri del Sacro

I due spettacoli selezionati raccontano molto bene l’anima, la tradizione religiosa e la ricerca spirituale coinvolgendo lo spettatore e mettendo a tema l’Umano e la Misericordia nell’anno giubilare.

Caino Royale 1

un’immagine di “Caino Royale”

Il primo è una commedia ironica, una “Divagazione paradossale intorno alla violenza intrinseca dell’essere umano costruita su una drammaturgia per quadri che alterna l’esilarante discussione tra i due fratelli a episodi stilizzati in caricatura di sopraffazioni varie (…). In scena ci sono Andrea Bochicchio e Giovanni Longhin, brillanti talenti da tenere d’occhio. Tutto molto efficace e diretto. Semplice, ma non facile”. (Repubblica, 13/11/15).

Il secondo è un opera intima e riflessiva sulla vita di S. Giuseppe da Copertino che parla di tenacia e di purezza d’anima. Un lavoro pregno di poesia e verismo, che strappa lunghi applausi al pubblico.(KLP teatro) All’inizio si ride, ma appena Pugliese si solleva dallo sgabello, ecco che frate Giuseppe torna davvero a volare! (Avvenire)

 

Gli spettacoli

Giovedì 1 settembre: CAINO ROYALE_lo spettacolo originale

con Andrea Bochicchio e Giovanni Longhin

(regia Rita Pelusio, scritto da Domenico Ferrari, Rita Pelusio e Alessandro Pozzetti, in collaborazione con Riccardo Piferi, costumi e scenografie Barbara Petrecca, luci e sonorizzazioni Luca De Marinis)

La storia: D’accordo, quella di Caino e Abele, il fratello cattivo e il fratello buono, il reietto e il prediletto, è una storia che conosciamo tutti.

Ma cosa succederebbe se i due archetipi della storia dell’umanità fossero posseduti dalla forza sovversiva e corrosiva di due clown? Chi saremmo oggi se Caino non avesse voluto uccidere Abele? E soprattutto: è possibile non essere figli di Caino?

In una girandola di personaggi e situazioni surreali, tra canzoni e gag, i nostri eroi si interrogano se sia possibile cambiare le sorti della loro storia e forse della storia intera. E ingaggiano tra loro un gioco a odiarsi e amarsi che non ha fine.

 

Venerdì 2 settembre: PER OBBEDIENZA_dell’incanto di frate Giuseppe

con Fabrizio Pugliese (drammaturgia Francesco Niccolini, Fabrizio Pugliese, regia Fabrizio Saccomanno, Fabrizio Pugliese, collaborazione artistica Enrico Messina)

Per obbedienza-1

Un’immagine di “Per obbedienza. Dell’incanto di frate Giuseppe”

La storia: Non è certo un campione di arguzia, Giuseppe. Siamo in Salento, nel primo seicento: un’epoca caratterizzata da malattie, bigottismo, inquisizione quando il sempliciotto Giuseppe si innamora della Madonna, restando “voccaperta”, e così viene rinominato. Il suo amore diviene una vocazione, e con il passare del tempo e del tutto inconsapevolmente raggiunge l’estasi, ma anziché abbandonare il corpo, come di solito avviene in questi casi, Giuseppe il corpo lo porta con sé e vola, finendo per ritrovarsi su di un albero, sul tetto di una casa o sul campanile, da dove ogni volta deve essere aiutato a scendere, senza che ricordi minimamente come sia finito fin lassù. Ma il destino ha riservato misteri ancora più sconosciuti a questo personaggio umile.

L’iniziativa è ad Ingresso gratuito (ore 20.30) e significativo è il luogo scelto per le due performance: l’oratorio della Parrocchia “Spirito Santo” a Santo Spirito dedicato a “Don Lorenzo Ekwe”, un luogo che per sua vocazione deve e può “accogliere tutti”.

Vi aspettiamo numerosi presso l’oratorio sito in Via Fiume, 01 a S.Spirito – Bari.

Info sul sito www.cinemapiccolo.it oppure 080 533 61 31

 

 

 

Pubblicato in Circuitazione, ed. 2015, News | Commenti disabilitati su L’1 e il 2 settembre I TEATRI DEL SACRO arrivano a Bari

E’ online il nuovo bando di concorso per la quinta edizione

E’ disponibile da ieri, 4 luglio,  sul sito Federgat il bando di concorso per la quinta edizione de I Teatri del Sacro (annualità 2016-17).

Il modulo online per partecipare sarà disponibile dal 15 luglio e accessibile fino alla scadenza dei termini per partecipare (cioè il 30 settembre).

Per informazioni o chiarimenti su quanto scritto nel bando, è possibile mettersi in contatto con Federgat/I Teatri del Sacro scrivendo a teatridelsacro@gmail.com o chiamando il numero 349.0734578 (il numero è attivo dal lunedì al venerdì dalle ore 10 alle 13 e dalle 15 alle 19, eccetto nel periodo dal 15 agosto al 4 settembre, in cui è possibile comunicare solo via email).

Pubblicato in News | Commenti disabilitati su E’ online il nuovo bando di concorso per la quinta edizione

A Milano il 4 luglio la presentazione del nuovo Bando

Dopo il successo delle prime quattro edizioni, si apre la nuova stagione de I Teatri del Sacro, un progetto incentrato sulla promozione delle intersezioni creative fra la scena e il sacro, con particolare attenzione alla valorizzazione di giovani artisti e delle nuove realtà del teatro italiano contemporaneo.
Questa iniziativa, oltre a stimolare la ricerca teatrale intorno alle domande della spiritualità e al dialogo fra credenti e non credenti, favorisce l’emersione e la crescita di una nuova generazione di talenti, offrendo loro un sostegno non solo economico (per i 12 spettacoli vincitori), ma anche di visibilità e di circuitazione.
Per presentare le novità della quinta edizione del concorso, abbiamo deciso di organizzare una presentazione del Bando lunedì 4 luglio alle 18.30 a Milano, presso la sede di Campo Teatrale (via Cambiasi 10 – MM2 Udine-Lambrate).

Sarà una bella occasione per incontrarci.
Vi aspettiamo numerosi!

Pubblicato in News | Commenti disabilitati su A Milano il 4 luglio la presentazione del nuovo Bando

Il Giubileo plurale a Bologna: i Teatri del Sacro arrivano il 9 maggio nella città petroniana

Sei giornate di full immersion culturale e artistica per calarsi completamente nelle intersezioni, sempre più diffuse, fra il teatro e la ricerca spirituale e religiosa.
 Al Teatro Antoniano di Bologna, dal 9 al 14 maggio, prende il via I TEATRI DEL SACRO PER IL GIUBILEO, la più importante rassegna teatrale italiana dedicata ai temi del sacro e della spiritualità. Dopo il successo di Tra cielo e terra, che ha visto in scena a Roma nel 2015 quattro spettacoli vincitori del Festival I Teatri del Sacro, quest’anno la Federgat in collaborazione con l’ACEC Nazionale, il GAT Emilia-Romagna, l’ACEC Emilia-Romagna e il Teatro Antoniano di Bologna promuove, in occasione dell’Anno giubilare, un’inedita rassegna tutta bolognese di teatro a tema sacro.

Cinque gli spettacoli in programma, di cui tre scelti tra i vincitori delle ultime ediziono del Festival I Teatri del Sacro, lavori che fanno emergere le istanze che toccano da vicino le inquietudini e le speranze dell’uomo contemporaneo, suscitando interesse in un pubblico di credenti e non credenti, con particolare attenzione ai giovani e alle nuove generazioni.

GLI SPETTACOLI

Le parole chiave di questa rassegna sono il binomio “dolore-guarigione”, il “rituale collettivo” e la “ricomposizione biografica”. All’insegna del dolore, della guarigione e del rituale sono DAS SPIEL (Il gioco) (9 maggio ore 21.00) di Alessandro Bedosti e Antonella Oggiano, un rito lieve, senza pensieri, che parla della morte, della malattia e della guarigione; PER OBBEDIENZA (giovedì 12 maggio, ore 21.00) di Fabrizio Pugliese la storia commovente di un piccolo uomo fuori dall’ordinario che parla di tenacia e di purezza d’animo e IN CANTO E IN VEGLIA (mercoledì 11 maggio, ore 21.00) un monologo fatto di ricordi veri e inventati, suoni e parole attraverso i quali Elena Bucci celebra il suo rito personale e collettivo di trasformazione del dolore provocato dal lutto. Bandiera delle ricomposizioni biografiche è certamente LA RADIO E IL FILO SPINATO (martedì 10 maggio, ore 21.00) di Roberto Abbiati sulla vita di padre Massimiliano Kolbe, morto ad Aushwitz per mano nazista, insieme a un’inedito FERMARSI (venerdì 13 maggio, ore 21.00) l’ultimo lavoro di Alessandro Berti, ispirato alla vita e agli scritti di don Paolo Serra Zanetti, prete-filologo bolognese e amico dei poveri.

A chiudere la rassegna, sabato 14 maggio, la tavola rotonda TEATRO E SACRO a cui prenderanno parte il direttore artistico del Festival I Teatri del Sacro, Fabrizio Fiaschini; Francesco Giraldo, segretario nazionale ACEC; Andrea Franzoni, teologo della Facoltà Teologica dell’Emilia-Romagna e Laura Mariani, docente universitaria del DAMS di Bologna.

Biglietti e Abbonamenti disponibili sul sito e nei punti vendita Vivaticket

Ufficio stampa M.Caterina Bombarda_tel. 335.5761197_caterinabombarda@yahoo.it

INFORMAZIONI www.antoniano.it | cinemateatro@antoniano.it | tel. 051-3940211

Elena Bucci in "In canto e in veglia"

Elena Bucci in “In canto e in veglia”

Pubblicato in Circuitazione, ed. 2015 | Commenti disabilitati su Il Giubileo plurale a Bologna: i Teatri del Sacro arrivano il 9 maggio nella città petroniana

I Teatri del Sacro per il Giubileo: 7-17 aprile Teatro India

I TEATRI DEL SACRO_spettacolo PE' DEVOZIONE

Sette spettacoli per una sorprendente avventura dello spirito

al Teatro India di Roma, 7-17 aprile
Sette spettacoli per parlare dell’attualità del sacro nella sua accezione più ampia, lontano dai dogmatismi e vicino alle domande esistenziali che attraversano la vita di ognuno di noi e che proprio in un momento di inquietudine e speranza come questo, si rivelano in tutta la loro bruciante contemporaneità.
Al teatro India dal 7 al 17 aprile va in scena I TEATRI DEL SACRO PER IL GIUBILEO, la rassegna che investiga le intersezioni fra sacro e profano, fra spirito e scena. Sette gli spettacoli in programma, scelti tra i vincitori del Festival I Teatri del Sacro, che rappresentano sette differenti e sorprendenti modi per raccontare l’anima, la tradizione religiosa e la ricerca spirituale.

speciale promozione: biglietto a 7€ invece che 18€ scrivendo a teatridelsacro@gmail.com

GLI SPETTACOLI_Tratto distintivo dell’ultima edizione del Festival è stata l’ironia, la comicità, la dissacrazione. Ecco quindi l’humor nero di IO, MIA MOGLIE E IL MIRACOLO (16 aprile ore 21, 17 aprile ore 19), l’ultimo lavoro del gruppo Punta Corsara di Scampia, in equilibrio fra grottesco e surreale; o anche il ritmo incalzante del cabaret di CAINO ROYALE di Rita Pelusio (12 aprile ore 19, 13 aprile ore 21), travolgente e dissacrante riscrittura della Bibbia. C’è poi tutta l’energia partenopea in PE’ DEVOZIONE (10 aprile, ore 17) racconto corale dei milli riti della tradizione napoletana, fra sacro e scaramanzia, e poi la satira sociale di DELIRIUM BETLEM (11 aprile, ore 21), storia tragicomica di tre re “marci” persi in un centro commerciale tra consumismo e stelle (comete?), scritta e diretta da Alberto Salvi.
Alcuni artisti hanno scelto invece di mettere in scena la loro idea di sacro a partire dal silenzio e dall’ascolto, come quello fra sorelle, protagoniste dell’incantevole CORRISPONDENZE (14 aprile ore 19, 15 aprile ore 21): un dialogo sospeso fra danza e parola, diretto da Roberto Aldorasi. Commovente anche PER OBBEDIENZA (7 aprile, ore 19), la storia del piccolo frate dall’anima grande, così grande da trascinare il corpo in volo, un monologo magistralmente interpretato da Fabrizio Pugliese. Infine non manca la domanda su Dio e sull’Universo, ben raccontata nella trasposizione da Leopardi di Carullo Minasi nel loro DE REVOLUTIONIBUS (8 aprile ore 21, 9 aprile ore 21).

IL PROGETTO_In scena per I TEATRI DEL SACRO PER IL GIUBLIEO dal 20 febbraio al 17 aprile quattordici rappresentazioni in cinque diversi spazi della città, per celebrare e riflettere sui grandi temi dello spirito nella Roma giubilare. I Teatri del Sacro per il Giubileo segna anche il rinnovo della collaborazione fra la Federgat-Federazione Gruppi e Attività Teatrali e il Teatro di Roma dopo il successo della rassegna “Tra cielo e terra” andata in scena nella primavera del 2015.
La rassegna è un progetto promosso da Federgat e Fondazione Comunicazione e Cultura in collaborazione con ACEC, Ufficio nazionale per le Comunicazioni Sociali della CEI, Teatro di Roma e con il Patrocinio del Vicariato di Roma.
INFORMAZIONI E PRENOTAZIONI:
www.blog.iteatridelsacro.it | teatridelsacro@gmail.com | cell. 3490734578 (ore 15.00-21.00)
www.teatrodiroma.net | promozione@teatrodiroma.net | tel. 06 684000346

Il Programma
TEATRO INDIA_SALA B
giovedì 7 aprile ore 19:00

U.R.A. Teatro
PER OBBEDIENZA_dell’incanto di frate Giuseppe
con Fabrizio Pugliese
drammaturgia Francesco Niccolini, Fabrizio Pugliese
regia Fabrizio Saccomanno, Fabrizio Pugliese
collaborazione artistica Enrico Messina

Non è certo un campione di arguzia, Giuseppe. Siamo in Salento, nel primo seicento: un’epoca caratterizzata da malattie, bigottismo, inquisizione quando il sempliciotto Giuseppe si innamora della Madonna, restando “voccaperta”, e così viene rinominato. Il suo amore diviene una vocazione, e con il passare del tempo e del tutto inconsapevolmente raggiunge l’estasi, ma anziché abbandonare il corpo, come di solito avviene in questi casi, Giuseppe il corpo lo porta con sé e vola, finendo per ritrovarsi su di un albero, sul tetto di una casa o sul campanile, da dove ogni volta deve essere aiutato a scendere, senza che ricordi minimamente come sia finito fin lassù. Ma il destino ha riservato misteri ancora più sconosciuti a questo personaggio umile.

TEATRO INDIA_SALA B
venerdì 8 aprile ore 21:00
sabato 9 aprile ore 19:00

Carullo Minasi
DE REVOLUTIONIBUS_sulla miseria del genere umano
da Il Copernico e Galantuomo e Mondo di Giacomo Leopardi
diretto e interpretato da Giuseppe Carullo e Cristiana Minasi
disegno luci Roberto Bonaventura
scene e costumi Cinzia Muscolino
scenotecnica Piero Botto
assistenza alla regia Veronica Zito
ringraziamenti Giovanna La Maestra, Angelo Tripodo, Simone Carullo

Incontriamo Leopardi, il maestro della più amara e saggia ironia, e prendiamo lezioni di grandezza grazie a un’Operetta infelice e, per questo, morale, dove tutto il genere umano si scopre nullo, ma nella capacità di vedere la propria nullità riesce a dar spazio al trascendente e, dunque, alla poesia. Ciò nonostante, Leopardi, “conscio che gli uomini non si contenteranno di tenersi per quello che sono”, propone il triste scenario della “civiltà”, dei suoi legami e vizi nel ridicolo risultato d’un’Operetta immorale e, per questo, miseramente “felice”.
Rivoluzione e miseria sono parole che riempiamo d’una natura ambigua e paradossale, nell’unica certezza di volerci aggrappare al teatro, fatto di piccole e povere cose, ma capace di grandissime riflessioni sul potere dell’uomo di ribellarsi e dunque ritrovarsi.

TEATRO INDIA_SALA B
domenica 10 aprile ore 17:00

f.pl. femminile plurale
PE DEVOZIONE_liturgie sacre e profane nella vita di tutti i giorni
dal laboratorio con le donne a Forcella a cura di Marina Rippa e Alessandra Asuni
in collaborazione con Assessorato alla Cultura del Comune di Napoli
con il sostegno e il contributo ConfCommercio Provincia di Napoli, FILMaP, Le Nuvole, gli amici e le amiche di Marisa Savoia
con Amelia Patierno, Anna Liguori, Anna Marigliano, Anna Patierno, Antonella Esposito, Flora Faliti, Flora Quarto, Gianna Mosca, Giorgia Dell’Aversano, Manuela Della Corte, Melina De Luca, Patrizia Ricco, Rosa Lima, Rosa Tarantino, Rosalba Fiorentino, Susy Cerasuolo, Toti Carcatella.

Diciassette donne napoletane raccontano e si raccontano attraverso i mille riti della tradizione partenopea: le anime del purgatorio, gli ex voto, i piatti delle Feste, le sette Madonne, l’iconografia delle edicole votive… I temi della religiosità sacra e quelli delle “liturgie” nella vita di tutti i giorni, approfonditi ed elaborati in forma scenica durante un laboratorio teatrale nel quartiere di Forcella nell’autunno del 2014, sono la traccia di uno spettacolo corale e travolgente.
TEATRO INDIA_SALA B
Lunedì 11 aprile, ore 21:00

Alberto Salvi/Smartit
DELIRIUM BETLEM ovvero i Re Marci, secondo di tre sacrosanti lamenti
con Francesco Ferrieri, Riccardo Goretti, Walter Leonardi
regia Alberto Salvi
scritto da Alberto Salvi
editing Francesco Ferrieri, Riccardo Goretti, Massimiliano Loizzi
costumi Collettivo Métastasi
luci Dalibor Kuzmanic
una coproduzione con il sostegno di Armunia Castiglioncello
in collaborazione con Comune di Prato Assessorato alla Cultura
con il supporto di Rabbia/Fondazione Teatro Valle Bene Comune
grazie a Gabriele Allevi, Marta Ceresoli, Matilde Facheris e mio nonno

In una notte tiepida di un autunno qualsiasi, in una qualsiasi metropoli del Nord Italia, tre uomini, tre disadattati, tre inconsapevoli buffoni vedono (o sognano?) la stella cometa. Da questo momento nulla sarà più lo stesso, e in un crescendo inarrestabile di comicità le loro vite, la storia stessa dell’umanità muterà inesorabilmente e per sempre. Alleluja? Non è detto…
Delirium Betlem è il secondo di tre sacrosanti lamenti: la trilogia di Alberto Salvi che accosta il sacro con il profano. Uno stimolo per parlare di Dio ma anche del diavolo, del male e della redenzione, delle paure e del coraggio, di niente e di tutto questo messo insieme, in un vorticante e caotico magma che tanto somiglia a ciò che ci ostiniamo a chiamare vita.
TEATRO INDIA_SALA B
lunedì 12 aprile ore 21:00

PEM/ Habitat Teatrali
CAINO ROYALE_lo spettacolo originale
con Andrea Bochicchio e Giovanni Longhin
regia Rita Pelusio
scritto da Domenico Ferrari, Rita Pelusio e Alessandro Pozzetti
in collaborazione con Riccardo Piferi
costumi e scenografie Barbara Petrecca
luci e sonorizzazioni Luca De Marinis

D’accordo, quella di Caino e Abele, il fratello cattivo e il fratello buono, il reietto e il prediletto, è una storia che conosciamo tutti.
Ma cosa succederebbe se i due archetipi della storia dell’umanità fossero posseduti dalla forza sovversiva e corrosiva di due clown? Chi saremmo oggi se Caino non avesse voluto uccidere Abele? E soprattutto: è possibile non essere figli di Caino?
In una girandola di personaggi e situazioni surreali, tra canzoni e gag, i nostri eroi si interrogano se sia possibile cambiare le sorti della loro storia e forse della storia intera. E ingaggiano tra loro un gioco a odiarsi e amarsi che non ha fine.
TEATRO INDIA _SALA B
martedì 12 aprile ore 19:00
mercoledì 13 aprile ore 21:00

Occupazioni Insolite/ Impulse
CORRISPONDENZE
con il sostegno di Ammirato Culture House/Festival Montagne Racconta
con Claire-Lise Daucher e Anne Palomeres
regia Roberto Aldorasi
drammaturgia Manuela Correros e Roberto Aldorasi
testi Francesco Niccolini
coreografie Claire-Lise Daucher e Roberto Aldorasi
musiche Francesco Agnello
regista assistente Valentina Tibaldi

Due donne vicine e lontane. Una ha fatto la scelta della clausura. L’altra è una professionista affermata che gira il mondo senza fermarsi mai.
Ma soprattutto sono sorelle, e cercano di tenere vivo quel legame di sangue, che le aiuti a comprendersi e, probabilmente, perdonarsi. Perché c’è qualcosa nel loro passato familiare che chiede una fuga e che porta con sé qualcosa difficile mettere a fuoco.
Lo spettacolo, tra movimento, azione e una parola molto rarefatta, racconta queste due vite parallele. Ma trattandosi non di una geometria euclidea ma di geografia umana, dunque misteriosa, qui le parallele si toccano: attraverso la fitta corrispondenza fra le due donne e alcuni gesti che, inconsapevolmente, sono uguali per entrambe. Il tutto scandito da un doppio scorrere: quello verticale della liturgia delle ore e quello orizzontale del passato che incombe sul presente.
TEATRO INDIA_SALA A
giovedì 14 aprile ore 19:00
venerdì 15 aprile ore 21:00

Punta Corsara/ 369 gradi
IO, MIA MOGLIE E IL MIRACOLO
di Gianni Vastarella
con Giuseppina Cervizzi, Christian Giroso, Vincenzo Nemolato, Valeria Pollice, Emanuele Valenti, Gianni Vastarella
disegno luci Giuseppe Di Lorenzo
costumi Daniela Salernitano
immagine di locandina Alfonso Cannavacciuolo
scene Marco Di Napoli
collaborazione artistica Marina Dammacco
con la collaborazione Compagnia Scenica Frammenti/ Teatro di Lari

In un paese senza nome, la storia di una famiglia: un marito, sua moglie e la loro figlia, reclutata dalla Scuola Moderna per far parte di un nuovo progetto educativo: l’orario prolungato senza fine. A sconvolgere famiglia e paese, arriva un guaritore che non professa nessuna religione ma che ha il dono, individuale e miracoloso, di riportare in vita oggetti e persone. Anche quando nessuno, apparentemente, sembra essere morto.

TEATRO INDIA_SALA A
sabato 16 aprile ore 21:00
domenica 17 aprile ore 19:00

caino_royale_web

Pubblicato in Circuitazione, Gli spettacoli di Roma 2016, News | Commenti disabilitati su I Teatri del Sacro per il Giubileo: 7-17 aprile Teatro India

PER OBBEDIENZA al Teatro Sammarco di Roma il 19 e 20 marzo

Prosegue la rassegna I TEATRI DEL SACRO PER IL GIUBILEO, in scena al Teatro Sammarco (piazza Giuliani e Dalmati, quartiere EUR) il 19 e 20 marzo PER OBBEDIENZA, uno spettacolo di grandissimo impatto emotivo, grazie alla straordinaria prova d’attore di Fabrizio Pugliese e al testo di Francesco Niccolini che narra la vita di frate Giuseppe da Copertino, il “santo volante”.

PER OBBEDIENZA_fabrizio pugliese 1

Non è certo un campione di arguzia, Giuseppe. Siamo in Salento, nel primo seicento: un’epoca caratterizzata da malattie, bigottismo, inquisizione. Il sempliciotto Giuseppe si innamora della Madonna dalla prima volta che la vede, restando “voccaperta”, e così viene rinominato. Il suo amore diviene una vocazione, e con il passare del tempo e del tutto inconsapevolmente raggiunge l’estasi, ma anziché abbandonare il corpo, come di solito avviene in questi casi, Giuseppe il corpo lo porta con sé e vola, finendo per ritrovarsi su di un albero, sul tetto di una casa o sul campanile, da dove ogni volta deve essere aiutato a scendere, senza che ricordi minimamente come sia finito fin lassù. Ma il destino ha riservato misteri ancora più sconosciuti a questo personaggio umile.

Fabrizio Pugliese vive la storia mentre la racconta, offrendo allo spettatore una cognizione del racconto quasi filmica, ridando vita ad alcuni aspetti del teatro più tradizionale e spesso dimenticati, come lo stupore del rimanere semplicemente incantati di fronte ad un racconto. Una storia che scivola a tratti nel grottesco ma al tempo commovente, che parla di tenacia e di purezza d’animo.

dalla stampa:

Un lavoro pregno di poesia e verismo, che strappa lunghi applausi al pubblico.

KLP teatro

All’inizio si ride, ma appena Pugliese si solleva dallo sgabello, ecco che frate Giuseppe torna davvero a volare!

Avvenire

I TEATRI DEL SACRO PER IL GIUBILEO_Quattordici rappresentazioni in cinque diversi spazi della città per celebrare e riflettere sui grandi temi dello spirito nella Roma giubilare. E’ un’iniziativa originale e coraggiosa quella de I TEATRI DEL SACRO, il festival dedicato ai temi della spiritualità, che propone un dialogo tra arte e spettatori intorno al concetto di sacro, inteso nella sua accezione più ampia e spesso sorprendente. In scena fino al 17 aprile una selezione di alcuni tra i più significativi spettacoli vincitori del festival, divenuto ormai una delle realtà teatrali più interessanti della scena italiana.

I Teatri del Sacro per il Giubileo è un progetto promosso da Federgat e Fondazione Comunicazione e cultura in collaborazione con ACEC, Ufficio nazionale per le Comunicazioni Sociali della Conferenza Episcopale Italiana, Teatro di Roma con il Patrocinio del Vicariato di Roma.

 

INFORMAZIONI e BIGLIETTI:

Teatro Sammarco (piazza Giuliani e Dalmati 18/20) sabato 19 marzo ore 21; domenica 20 marzo ore 17.30_un ingresso 5€, tre ingressi 10€ a sostegno dei missionari francescani.

Informazioni:

cell 349 0734578 mail teatridelsacro@gmail.com

 

I TEATRI DEL SACRO PER IL GIUBILEO_Prossimi appuntamenti

 

 

 

7 aprile ore 19

Teatro India_sala B (lungotevere Vittorio Gassman)

PER OBBEDIENZA con Fabrizio Pugliese

Giuseppe va in estasi con una facilità sorprendente: l’unica differenza rispetto ad altre estasi sta nel fatto che lui il corpo lo porta con sé, in volo!

Speciale riduzione federgat: 7€ a biglietto scrivendo a teatridelsacro@gmail.com

 

8 aprile ore 21, 9 aprile ore 19

Teatro India_sala B (lungotevere Vittorio Gassman)

DE REVOLUTIONIBUS di Carullo-Minasi

In scena due “Operette” di Leopardi: una infelice e, quindi, morale e l’altra immorale e quindi felice… che non sia l’uomo il centro dell’Universo?

Speciale riduzione federgat: 7€ a biglietto scrivendo a teatridelsacro@gmail.com

 

10 aprile ore 17

Teatro India_sala B (lungotevere Vittorio Gassman)

PE’ DEVOZIONE_liturgie sacre e profane nella vita di tutti i giorni

Racconti, gesti e storie sui riti quotidiani (familiari e non) per vivere il sacro. I mille riti della tradizione partenopea raccontati dalle donne del rione Forcella.

Speciale riduzione federgat: 7€ a biglietto scrivendo a teatridelsacro@gmail.com

 

10 aprile ore 21

Teatro Santa Silvia (Viale Giuseppe Sirtori, 2)

DE REVOLUTIONIBUS di Carullo-Minasi

In scena due “Operette” di Leopardi: una infelice e, quindi, morale e l’altra immorale e quindi felice… che non sia l’uomo il centro dell’Universo?

Ingresso libero

 

11 aprile, ore 21

Teatro India_sala B (lungotevere Vittorio Gassman)

DELIRIUM BETLEM di Alberto Salvi

Tre uomini, tre disadattati, tra falliti, tre re Marci vedono, nel cielo, un segno inconfondibile, un presagio, una stella… o forse no?

Speciale riduzione federgat: 7€ a biglietto scrivendo a teatridelsacro@gmail.com

 

12 aprile ore 19, 13 aprile ore 21

Teatro India_sala B (lungotevere Vittorio Gassman)

CAINO ROYALE di Rita Pelusio

Quella di Caino e Abele è una storia che conosciamo tutti. Ma cosa succederebbe se i due fratelli fossero posseduti dalla forza sovversiva e corrosiva di due clown?

Speciale riduzione federgat: 7€ a biglietto scrivendo a teatridelsacro@gmail.com

 

14 aprile ore 19, 15 aprile ore 21

Teatro India_sala B (lungotevere Vittorio Gassman)

CORRISPONDENZE di Roberto Aldorasi

Due sorelle, due vite parallele, due destini così diversi. Non trattandosi però di geometria euclidea ma di geografia umana qui le parallele si toccano in un’unica, sublime danza.

Speciale riduzione federgat: 7€ a biglietto scrivendo a teatridelsacro@gmail.com

 

16 aprile ore 21, 17 aprile ore 19

Teatro India_sala A (lungotevere Vittorio Gassman)

IO, MIA MOGLIE E IL MIRACOLO di Punta Corsara

In paese senza luogo arriva un guaritore con il dono di riportare in vita oggetti e persone. Anche quando nessuno, apparentemente, sembra essere morto.

Speciale riduzione federgat: 7€ a biglietto scrivendo a teatridelsacro@gmail.com

Pubblicato in News | Commenti disabilitati su PER OBBEDIENZA al Teatro Sammarco di Roma il 19 e 20 marzo

CORRISPONDENZE in scena a Roma il 12 e 13 marzo

Lo spettacolo a firma di Francesco Niccolini e Roberto Aldorasi sarà ospite del Teatro Sammarco (piazza Giuliani e Dalmati 18/20) sabato 12 e domenica 13 marzo, rispettivamente alle ore 21.00 e alle ore 17.30.

Sabato 12, prima dello spettacolo (ore 18.30) è possibile partecipare all’incontro introduttivo curato dalla Casa dello Spettatore, che si tiene presso la Biblioteca della Parrocchia di San Marco Evangelista.

Domenica 13, dopo lo spettacolo, è in programma un aperitivo equosolidale presso il Bar-Missionario della Parrocchia, un momento conviviale per conoscersi e scambiare due chiacchiere con i giovanissimi e talentuosi componenti della compagnia.

La partecipazione agli incontri è libera e gratuita, mentre per prenotare un posto a teatro potete contattarci: teatridelsacro@gmail.com – 349 0734578 (h 15-20). Costo del biglietto: 5 euro, 3 ingressi a 10 euro.

Non mancate!

Uno spettacolo delicato, prezioso, sottile e leggero come un sussurro questo Corrispondenze (Lo sguardo di Arlecchino)

Dolce, raffinato, una delle migliori prove di Niccolini, che miscela la poesia quotidiana dei piccoli gesti per farli esplodere sulla pelle: un testo che avrà lunga vita (Il Fatto Quotidiano)

Corrispondenze-2

 

Pubblicato in Circuitazione, ed. 2015, Gli spettacoli di Roma 2016 | Commenti disabilitati su CORRISPONDENZE in scena a Roma il 12 e 13 marzo

CORRISPONDENZE e CAINO ROYALE al Lux di Busca (Cn)

La circuitazione degli spettacoli vincitori de I Teatri del Sacro è previsto in Piemonte in sole tre sale della comunità: oltre al Cinema Lux di Busca sono coinvolte il Cinema Nuovo Lux di Centallo (CN) ed il Teatro Monterosa di Torino.

Il Circolo Méliès è lieto di annunciare che in occasione della quarta edizione de I Teatri del Sacro, il Cinema Lux di Busca (CN) ospiterà due imperdibili appuntamenti: “Corrispondenze” della compagnia Occupazioni Insolite/Impulse (venerdì 18 marzo, alle ore 21 ) e “Caino royale” della compagnia PEM Habitat Teatrali (venerdì 1° aprile, sempre alle 21).

Corrispondenze narra le vicende di due donne vicine e lontane. Una ha fatto la scelta della clausura. L’altra è una professionista affermata che gira il mondo senza fermarsi mai. Ma soprattutto sono sorelle, e cercano di tenere vivo quel legame di sangue, che le aiuti a comprendersi e, probabilmente, perdonarsi. Perché c’è qualcosa nel loro passato familiare che chiede una fuga e che porta con sé qualcosa difficile da mettere a fuoco. Lo spettacolo, tra movimento, azione e una parola molto rarefatta, racconta queste due vite parallele. Ma trattandosi non di una geometria euclidea ma di geometria umana, dunque misteriosa, qui le parallele si toccano: attraverso la fitta corrispondenza fra le due donne e alcuni gesti che, inconsapevolmente, sono uguali per entrambe. Il tutto scandito da un doppio scorrere: quello verticale della liturgia delle ore e quello orizzontale del passato che incombe sul presente.
Caino royale presenta un registro molto diverso, portando in scena la vicenda di Caino ed Abele; d’accordo, quella di Caino e Abele, il fratello cattivo e il fratello buono, il reietto e il prediletto, è una storia che conosciamo tutti. Ma cosa succederebbe se i due archetipi della storia dell’umanità fossero posseduti dalla forza sovversiva e corrosiva di due clown? Chi saremmo oggi se Caino non avesse voluto uccidere Abele? E soprattutto: è possibile non essere figli di Caino? In una girandola di personaggi e situazioni surreali, tra canzoni e gag, i nostri eroi si interrogano se sia possibile cambiare le sorti della loro storia e forse della storia intera. E ingaggiano tra loro un gioco a odiarsi e amarsi che non ha fine.

Ingresso singolo euro 6,50, ridotto euro 5,00. Per info, prevendite e approfondimenti 349.1817658 (ore pasti) -direttivo@cineclubmelies.it.

 

Teatri del Sacro

 

Pubblicato in Circuitazione, ed. 2015, News | Commenti disabilitati su CORRISPONDENZE e CAINO ROYALE al Lux di Busca (Cn)